Merger leveraged buyout: brevi note sul recente (e condivisibile) "new deal" dell'Amministrazione finanziaria - Studio Bogoni - Consulenza fiscale e societaria
18332
post-template-default,single,single-post,postid-18332,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-13.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Merger leveraged buyout: brevi note sul recente (e condivisibile) “new deal” dell’Amministrazione finanziaria

di Inge Bisinella ed Emanuele Artuso

Pubblicato ne Il Sole 24 Ore – Diritto 24 Online – 6 maggio 2020

 

Nel contributo Inge Bisinella ed Emanuele Artuso si soffermano su un profilo di particolare interesse operativo nella programmazione delle operazioni straordinarie: in specie, mediante l’analisi di casi tratti dall’esperienza professionale, viene studiato il più recente orientamento dell’Agenzia delle Entrate sul merger leveraged buyout ed in particolare sulla riportabilità di perdite, eccedenze di interessi passivi ed ACE.

A fronte dell’articolata illustrazione dei motivi economici a base dell’operazione, siccome risultanti da apposito compendio documentale, e movendo dai principi della Circolare n. 6/2016, gli Uffici hanno riconosciuto la piena genuinità dell’operazione in parola; così, consentendo la disapplicazione delle stringenti regole recate dall’art. 172, co. 7, Tuir, volte a limitare la deducibilità di talune componenti negative di reddito nell’ambito di fusioni societarie.

 

https://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/avvocatoAffari/mercatiImpresa/2020-05-06/merger-leveraged-buyout-brevi-note-recente-e-condivisibile-new-deal-amministrazione-finanziaria-102424.php